Semi di Cannabis a Buon Mercato

Acquistare semi di cannabis a buon prezzo è il primo passo per coltivare il tuo primo orto domestico. Oltre ad essere un hobby incredibile, la coltivazione della cannabis può farti risparmiare sul lungo periodo, dato che non dovrai mai più spendere soldi nei dispensari. Tutto quello che ti serve per iniziare è un’area di coltivazione, dei vasi, magari un paio di lampade per la coltivazione , naturalmente, degli ottimi semi di cannabis.

Leggi di più
14 risultati
Mostrando 1 - 14 di 14 articoli

Perché è importante acquistare semi di cannabis di qualità 

Noi di High Supplies desideriamo aiutarti ad espandere la tua piantagione di cannabis indoor fornendoti dei semi di cannabis di alta qualità a prezzi accessibili. Acquistare i semi giusti è il primo passo per entrare nel mondo della coltivazione e può fare la differenza. Scopriamo perché.

La genetica è tutto

Il profilo genetico di una pianta di cannabis è uno dei pochi aspetti di una coltivazione interna su cui il coltivatore non ha alcun controllo. Non importa quanto ti prendi cura delle tue piante: se sono portatrici di geni difettosi,  creeranno comunque dei problemi, ad esempio trasformandosi in ermafrodita/maschio o dando una produzione  scarsa. Inoltre, i semi di cannabis con una cattiva genetica produrranno gemme meno gustose.
Ogni seme di cannabis ha un potenziale genetico specifico che “programma” la sua produzione di THC o CBD, l’altezza, il contenuto di terpeni e la resistenza alle malattie. Il tuo primo obiettivo come coltivatore in ambiente interno sarà quello di scegliere delle varietà di cannabis che garantiscano che il tuo giardino sia ricco di piante sane.

Che cosa ricordare quando si acquistano i semi di cannabis

Esiste un’incredibile varietà di opzioni, anche nella categoria dei semi di cannabis a buon mercato. Non tutti i coltivatori hanno lo stesso stile o la stessa preferenza, quindi per ottenere il miglior tipo di seme dovresti rispondere alle domande seguenti.

 

Quante piante voglio coltivare? Dove le voglio coltivare?

La coltivazione di cannabis può avvenire sia all’interno (con l’aiuto di lampade per la coltivazione appositamente progettate) sia all’esterno in maniera  naturale. Nondimeno, non tutte le piante di cannabis sono adatte ad entrambi i tipi di coltivazione.

Alcune sementi sono state selezionate per l’uso strettamente indoor, mentre altre prosperano all’aperto. In ogni caso, dovrai ricordare che, in base alla sua genetica, ogni pianta potrebbe preferire climi diversi. Per maggiori informazioni, controlla la nostra sezione “ Clima” nella descrizione di ogni seme.

D’altro canto, caratteristiche come l’altezza sono particolarmente importanti per i coltivatori indoor che hanno uno spazio limitato. Per evitare incidenti è fondamentale che ci sia abbastanza spazio tra le lampade per la coltivazione e la chioma delle piante. Misura attentamente le dimensioni della tua area di coltivazione e scegli una varietà di cannabis che non si espanderà troppo in verticale (le piante indica tendono ad essere più basse).

Quanto tempo ho a disposizione?

Coltivare la cannabis dai semi è fantastico, perché questo tipo di coltivazione non richiede un grande investimento di tempo. Il processo può essere automatizzato o manuale, a piacere. Se sei occupato e non puoi dedicarle troppo tempo, sarà meglio coltivare una pianta a fioritura breve, che sarà pronta in circa due mesi.

I coltivatori di cannabis indoor possono anche scegliere i semi autofiorenti, che richiedono addirittura meno tempo per crescere. In circostanze normali, una pianta di cannabis passa spontaneamente alla fioritura perché i giorni si accorciano e le lunghezze d’onda della luce effettuano una transizione graduale  allo spettro rosso. In ambiente interno, questo è simulato commutando le impostazioni della lampada per la coltivazione. Tuttavia, i semi di cannabis autofiorente fioriranno automaticamente (da cui il nome), senza bisogno di alcun intervento da parte del coltivatore.

Quanto sono esperto?

Se si è inesperti, la situazione è leggermente più difficile. Alcune varietà di cannabis sopportano gli errori più di altre, quindi è importante scegliere quella adatta alle proprie esigenze. In generale, una varietà di cannabis “ facile” sarà resistente alle muffe e alle malattie; inoltre, richiederà una formazione minima  da parte del coltivatore, riducendo la possibilità che qualcosa vada storto. Infine, ma non meno importante, i principianti potrebbero avere più difficoltà a riconoscere le piante maschili in tempo: un sacco pollinico maschile che scoppia in un giardino di cannabis avrà un effetto devastante sul resto del raccolto.

Naturalmente, vorrai acquistare dei semi di cannabis a buon prezzo per ridurre al minimo il rischio finanziario, ma dovrai anche scegliere delle varietà durevoli. Fortunatamente per te, tutti i semi di High-Supplies sono selezionati a mano per la qualità, e saprai sempre che cosa acquisti!

Di quanto THC o CBD ho bisogno?

Alcuni coltivano la cannabis per fini ricreativi e vogliono tutto il THC psicoattivo che possono ottenere. Altri la coltivano per le proprietà curative del CBD. Qualunque sia la ragione, è fondamentale controllare il contenuto potenziale di cannabinoidi della varietà . Questi due composti sono gli ingredienti principali della cannabis e funzionano in modi molto diversi: il CBD non è psicoattivo e annulla gli effetti del THC, mentre quest’ultimo ti farà “volare alto”.

Tieni presente che la percentuale di THC indicata accanto ad ogni seme rappresenta un potenziale. Si prenderà cura delle gemme raccolte così da ottenere un alto contenuto di cannabinoidi. Detto questo, non dovresti mai utilizzare le gemme di cannabis subito dopo il raccolto, ma dovresti lasciare che i fiori si secchino naturalmente per ottenere il profilo cannabinoide completo.

Tipi di semi di cannabis a buon mercato

Esistono tre tipi principali di semi di cannabis: regolare, femminizzata e autofiorente. Ciascuno presenta dei vantaggi e degli svantaggi. Vediamoli uno per uno.

 Semi di cannabis regolari

Il tipo di seme più comune. Le probabilità che i semi di cannabis regolari crescano fino a diventare maschio o femmina sono  50% / 50%, un aspetto che alcuni coltivatori trovano inaccettabile. Il motivo è che le piante maschili di cannabis non producono fiori e possono distruggere un giardino di cannabis impollinando le femmine se non vengono rimossi rapidamente. I coltivatori devono riconoscere le piante di cannabis in tempo e rimuoverle dall’orto.

Semi di cannabis femminizzati

I semi di cannabis femminizzati hanno una probabilità molto più alta di crescere femmina, quindi sono molto apprezzati dai coltivatori principianti. Tuttavia, poiché il seme non offre alcuna indicazione sul proprio genere, non esiste alcuna garanzia. Ci sono stati casi in cui le banche dei semi vendevano semi regolari femminizzati ad un prezzo elevato. Noi di High-Supplies vendiamo solo semi di cannabis femminizzati verificati, per garantirti che otterrai solo quello per cui paghi.

Semi di cannabis autofiorenti

Come già accennato, i semi autofiorenti passano alla fase di fioritura senza alcuna stimolazione esterna. Indipendentemente dall’apporto di luce, le piante autofiorenti iniziano a produrre boccioli dopo un periodo di 7-9 settimane. Tieni presente che questi semi sono più facili da coltivare, ma hanno rese significativamente meno abbondanti.

Semi di cannabis di alta qualità in vendita

Se desideri acquistare dei semi di cannabis a buon prezzo, ma non vuoi sacrificare la qualità, dai un’occhiata al nostro assortimento. Noi di High Supplies offriamo un’ampia scelta di sementi per tutti gli stili e i livelli di coltivazione.

Fai clic su ogni seme per avere maggiori informazioni sulla sua varietà, compresi i tempi di fioritura, il tipo, l’altezza e il clima preferito. Offriamo spedizioni in tutto il mondo e un imballaggio discreto per tutti i nostri prodotti. Non esitare a contattarci o a chiamarci se hai domande.